spedizione gratuita per ordini superiori a 99 €

Obiettivi di sviluppo sostenibile: da raggiungere entro il 2030

RSS
Obiettivi di sviluppo sostenibile: da raggiungere entro il 2030

I 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile sono un impegno di tutti. Obiettivi stilati per promuovere la sostenibilità ambientale, economica e sociale nel mondo. I Paesi, nessuno escluso, hanno promesso il massimo impegno per raggiungerli e ognuno di questi 17 punti è fondamentale per rendere il nostro mondo un posto migliore.

Entro il 2030 nuovi obiettivi di sviluppo sostenibile sono stati posti come fine ultimo da raggiungere con l’impegno e la voglia di tutti.

Se quelli precedenti si sono esauriti nel 2015, oggi nuove sfide sono state lanciate in campo dall’ONU. 

Alcuni sono stati effettivamente raggiunti, altri trascurati e altri ancora del tutto dimenticati. È per questo che l’impegno, ad oggi, raddoppia e si intensifica. Da parte di tutti.

17 sono i nuovi obiettivi per uno sviluppo sostenibile.

 

Vediamo insieme quali:

 

  • Sconfiggere per sempre la povertà: milioni di persone soffrono ancora questo gravissimo problema. E mentre il mondo va avanti loro restano fermi, in una condizione di povertà estrema.
  • Vincere la fame nel mondo: si collega al precedente questo secondo punto. Produciamo abbastanza cibo da sfamare tutti gli abitanti del nostro pianeta eppure in tanti non ne hanno ancora diritto.
  • Garantire a tutti il diritto alla salute: tra gli obiettivi da raggiungere in assoluto c’è senz’altro quello del diritto alla salute. Per tutti. Ridurre, dunque, il tasso di mortalità materna e quello di mortalità infantile. Sono queste due piaghe che ancora oggi costituiscono una grave minaccia soprattutto per i Paesi più poveri al mondo.
  • Garantire il diritto all’istruzione: non tutti possono permettersi di IMPARARE, eppure è questa l’unica soluzione per progredire e andare avanti. L’unico modo per sperare in un futuro migliore. Privo di povertà e angherie.
  • Conquistare la parità di genere e garantire una condizione migliore alla Donna: in tanti Paesi del mondo ancora oggi la Donna non può vivere la sua condizione senza essere sfruttata, violentata, privata di ogni diritto.
  • Garantire una fonte d’acqua potabile e le necessarie condizioni igieniche: ancora oggi, diverse popolazioni al mondo non hanno accesso ad una fonte di acqua potabile sicura. Questa è la causa di numerose malattie.
  • Produrre energia pulita, a buon mercato e sostenibile: quello che questo obiettivo si propone è di produrre non solo energia sostenibile dal punto di vista ambientale ma energia che sia disponibile a tutti.
  • Promuovere una crescita economica e far sì che questa sia duratura: è cosa buona e giusta che la crescita economica riguardi soprattutto i Paesi più poveri del mondo. É necessario fare in modo che duri.
  • Promuovere l’industrializzazione, le infrastrutture e un’innovazione a lungo: tre capisaldi per garantire e supportare un buon sviluppo economico e il benessere di tutti.
  • Ridurre le disuguaglianze tra Pesi: uno degli obiettivi che sarebbe cosa buona e giusta raggiungere entro il 2030 è una più equa distribuzione delle risorse e delle ricchezze. In questo mondo c’è chi oggi ha troppo e chi, al contrario, ha troppo poco. 
  • Rendere le città e le comunità più sicure, sostenibili e maggiormente inclusive: la città è il luogo in cui chiunque debba sentirsi a casa, vivere bene e poterlo fare nel migliore dei modi. Il miglioramento in ottica sostenibile dei nostri spazi vitali è un obiettivo imprescindibile da raggiungere entro il 2030.
  • Fare spazio a modelli responsabili di produzione e di consumo: ridurre ogni spreco e rispettare l’ambiente devono essere due capisaldi da tenere sempre ben presenti.
  • Intervenire nell’immediato per combattere i cambiamenti climatici e il loro impatto sull’ambiente: una realtà da combattere quanto prima e sulla quale intervenire, tutti, in prima persona. Ognuno nel proprio piccolo. É pertanto necessario intervenire con politiche e strategie globali sostenibili in modo da arginare rischi ambientali e gli effettivi disastri sulla natura.
  • Prendersi cura della vita marina: é del mare che oggi si sente parlare più spesso come uno degli ambienti maggiormente inquinati. Un ecosistema delicato che negli ultimi tempi è stato sfruttato in maniera indiscriminata. È giunto il momento di fare un passo indietro.  
  • Tutelare la vita sulla terra e promuovere un uso sostenibile degli ecosistemi terrestri:  tutto ciò significa proteggere le foreste, combattere la desertificazione, fermare la degradazione del territorio e la perdita di biodiversità. Preservare il nostro pianeta è un impegno comune e condiviso. 
  • Garantire pace e giustizia: senza questi due principi, non si raggiungerà ma l’uguaglianza a livello globale. Società pacifiche e inclusive sono necessarie per uno sviluppo sostenibile.
  • Sostenere la collaborazione internazionale: è fondamentale collaborare per raggiungere i diversi obiettivi. Questi 17 obiettivi rappresentano un impegno per tutti i Paesi a partire da subito. Nessuno escluso.

Post precedente Post successivo

  • Andrea Torres
Commenti 0
Lascia un commento
Il tuo nome:*
Il tuo indirizzo email:*
Commento: *

Il tuo commento sarà approvato prima della pubblicazione.

* Campi obbligatori